Auguri "nonna Evandra"

C’è un luogo a Pescara dove gli anziani vivono l’inverno della propria esistenza nella tranquillità, tra persone che sanno prendersi cura degli altri con attenzione e premura, è la Casa albergo Inpdap, dove fervono i preparativi per la festa del 106° compleanno di” Evandra”.

'Nonna Evandra’ viene da una famiglia longeva: “io sono la più anziana, mio fratello e le mie due sorelle hanno, rispettivamente, 96, 99 e 91 anni” racconta, aggiustandosi i capelli con un tocco leggero della mano. “Nella vita ho fatto la maestra per 37 anni, ho lavorato i primi quattro anni all’Intendenza di finanza. Prima di arrivare a Pescara ho vissuto in Piemonte, Toscana, Sicilia Sardegna, ho visto generazioni di bambini seduti dietro quei piccoli banchi, crescere e diventare grandi.

Il destino mi ha portato a vedere due guerre mondiali, mi ha fatto perdere mio marito a 42 anni (“mio marito lo sposerei di nuovo altre mille volte”), mi ha portato via un bambino dopo poche ore di vita.... guardo la vita con animo sereno, tra persone che ci accudiscono con affetto e che sanno guardare oltre gli anni anagrafici, i nostri capelli bianchi, il bastone ed il mal di schiena”.

A chi le chiede il segreto per arrivare così in forma alla sua età lei risponde con un sorriso: “una vita semplice, ecco tutto. Ho camminato tanto e ho sempre nuotato molto. Mangiare? Di tutto un po’”.

Evandra ha ancora oggi la voglia di truccarsi, di farsi ammirare, la voglia di sapere, conoscere, e di fare lunghe passeggiate, nonostante qualche dolorino alle ossa si faccia ogni tanto avvertire.

E conclude, con un leggero sorriso: “Di Pescara ho sempre amato tanto il mare, nella Casa albergo Inpdap di Pescara (che definisce un albergo a cinque stelle vista mare) siamo ancora persone e io, con i miei 106 anni, con un secolo di età abbondantemente superato, posso dirlo senza paura di essere smentita.”

  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.