I lavoratori in part time

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

VERSAMENTI VOLONTARI PER LAVORATORI IN PART-TIME

I lavoratori che hanno stipulato un contratto di lavoro a tempo parziale possono essere autorizzati alla prosecuzione volontaria in applicazione delle norme introdotte:

  • dall’art. 8 del D.Lgvo 16 settembre 1996, n. 564, che ha previsto la possibilità facoltà di coprire, in caso di part-time verticale o ciclico (giorni, settimane o mesi alterni), i periodi durante i quali non viene effettuata alcuna attività lavorativa;
  • dall’art. 3 del D.Lgvo 29 giugno 1998, n. 278 che ha esteso la facoltà anche per i casi di part-time orizzontale (tutti i giorni ad orario ridotto).

L’autorizzazione alla prosecuzione volontaria, in alternativa alla facoltà di riscatto, può essere riconosciuta solo per i periodi di contratto di lavoro a tempo parziale successivi al 31.12.1996 (Circ. 220 del 14.11.1996).


N.B.: La contribuzione volontaria ad integrazione per i periodi di attività lavorativa subordinata part-time è compatibile con contestuale contribuzione versata nella gestione separata dei lavoratori parasubordinati (Circ. 54 del 7.3.2007).


I SOGGETTI INTERESSATI

Possono chiedere l’autorizzazione ai versamenti volontari i lavoratori:

  • assicurati al Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti;
  • iscritti agli ex Fondi Speciali di Previdenza (trasporti, telefonici, elettrici, dazio e volo), sostitutivi dell’assicurazione generale obbligatoria;
  • dipendenti degli Enti creditizi;
  • dipendenti del Fondo Ferrovie dello Stato s.p.a. (Circ. 29 del 23.2.2006).

N.B.:L'autorizzazione ai versamenti volontari può essere concessa sia in costanza di attività lavorativa a tempo parziale (con un requisito contributivo ridotto) sia con i normali requisiti previsti per la generalità dei lavoratori, in caso di cessazione del rapporto di lavoro.


LA DOMANDA

La presentazione delle domande di autorizzazione ai versamenti volontari deve avvenire attraverso uno dei seguenti canali:

  • WEB – servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino sul portale internet dell’Istituto www.inps.it, sezione Servizi on line (seguendo il percorso Per tipologia di utente – Cittadino – Versamenti volontari). Per l’accesso al servizio è richiesta l’autenticazione tramite PIN (numero di identificazione personale rilasciato dall’Inps).
  • Contact center multicanale – numero 803164 gratuito da rete fissa o numero 06164164 da rete mobile a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore telefonico, previa identificazione tramite PIN e codice fiscale
  • Patronati – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi

Non deve essere allegata particolare documentazione comprovante l’attività lavorativa part-time in quanto tale circostanza è, di norma, rilevabile dagli archivi dell’Istituto (Circ. 29 del 23.2.2006).


Deve essere presentata, pena la decadenza dal diritto, entro 12 mesi dalla data di scadenza ordinaria del termine per la consegna ai lavoratori della certificazione CUD riferita all’anno interessato (Circ. 29 del 23.2.2006).
Se la domanda viene presentata oltre il termine previsto i periodi riferiti al lavoro part-time (scoperti di contribuzione o ad integrazione della retribuzione) potranno essere riscattati.


N.B.: Può essere concessa l'autorizzazione ai versamenti volontari per coprire tutti i periodi, caratterizzati da lavoro a part-time, successivi  al 31.12.1996 se risulta perfezionato il requisito amministrativo richiesto e  se la domanda è stata presentata entro il 22.9.2006 (Msg. 17249 del 14.6.2006).


I REQUISITI

Per ottenere l’autorizzazione alla prosecuzione volontaria il richiedente deve far valere almeno un anno di contribuzione effettiva nel quinquennio antecedente la data di presentazione della domanda.
Devono essere utilizzate, per determinare il requisito contributivo le settimane utili ai fini del diritto alla pensione nel rispetto del minimale retributivo di accredito previsto dall’art. 7 della legge 11 novembre 1983, n. 638 (Circ. 29 del 23.2.2006).


N.B.: Per le domande presentate entro il 22.9.2006 il requisito contributivo deve essere verificato alla data di presentazione della domanda, a prescindere dagli anni per i quali è stata richiesta l’autorizzazione.


L'IMPORTO DEL CONTRIBUTO

Deve essere determinato sulla base della retribuzione media settimanale che si ottiene dividendo:

  • la retribuzione imponibile corrisposta nel periodo di attività lavorativa part-time per il quale è richiesta l'integrazione con contribuzione volontaria; escludendo, quindi, dal calcolo le eventuali retribuzioni percepite nello stesso anno per altra attività lavorativa a tempo pieno o part-time;
  • per le settimane utili ai fini della misura a pensione accreditate nel periodo di riferimento (Circ. 54 del 7.3.2007).

L'importo del contributo volontario dovuto si ottiene applicando alla retribuzione media settimanale l’aliquota contributiva IVS prevista nello stesso anno di riferimento per la gestione interessata.


L'AUTORIZZAZIONE AI VERSAMENTI VOLONTARI


Può essere rilasciata al lavoratore per consentire la copertura:

  • totale o ad integrazione dei periodi in cui vi è stata attività di lavoro a tempo parziale, il versamento deve essere effettuato in unica soluzione dei termini previsti (trimestre successivo alla notifica di accoglimento);
  • dei periodi successivi alla domanda per intervenuta cessazione dell’attività lavorativa, i versamenti dalla decorrenza assegnata devono essere effettuati con le modalità previste per la generalità dei lavoratori (arretrati in unica soluzione, trimestralmente entro l’ultimo giorno del trimestre solare successivo a quello cui si riferiscono i contributi.

 


IL VERSAMENTO

La sede Inps, esaminata la domanda, invia direttamente al lavoratore, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, il provvedimento di accoglimento della domanda con il bollettino Mav che deve essere utilizzato per effettuare il versamento entro e non oltre la fine del trimestre successivo a quello di notifica dell’accoglimento.


I contributi volontari possono essere versati:

  • utilizzando il bollettino MAV (Pagamento mediante avviso), che può essere pagato in una qualsiasi banca senza commissioni aggiuntive.
  • online sul sito Internet www.inps.it, Portale Pagamenti – Versamenti Volontari, utilizzando la carta di credito.
  • telefonando al numero verde gratuito 803.164, utilizzando la carta di credito.

I versamenti effettuati in ritardo devono essere annullati e rimborsati senza interessi e la copertura del periodi riferiti al lavoro part-time potrà essere effettuata solo mediante riscatto (Circ. 29 del 23.2.2006).


GLI EFFETTI DEL VERSAMENTO

I versamenti volontari consentono la copertura:

  • totale del periodo, per determinare sia il diritto sia la misura della pensione se effettuati da lavoratore in part-time verticale caratterizzato, in altre parole, da giorni, settimane o mesi interamente non lavorati alternati;
  • ad integrazione, ai soli fini della misura della pensione se eseguito da lavoratore in part-time orizzontale caratterizzato, cioè, da settimane interamente coperte da contribuzione in quanto l’attività lavorativa è ad orario ridotto (Circ. 29 del 23.2.2006).

N.B.: La contribuzione volontaria effettuata ad integrazione di settimane già coperte da contribuzione obbligatoria può influire sul diritto alla pensione qualora la retribuzione accreditata a seguito del versamento determini il superamento del minimale retributivo di accredito previsto dall’art. 7 della Legge 11 novembre 1983, n. 638 a cui sarebbe soggetta la retribuzione effettivamente percepita per l’attività lavorativa part - time (Circ. 29 del 23.2.2006).


Norme
Circ. 123 del 31 maggio 1993 Versamenti volontari – Importo dei contributi dal 1° gennaio 1993.
D. Lgvo 16 settembre 1996, n. 564 Attuazione della delega conferita dall’art. 1, comma 39, della legge 8 agosto 1995, n. 335, In materia di contribuzione figurativa e di copertura assicurativa per periodi non coperti da contribuzione.
Circ. 220 del 14 novembre 1996 Legge 8 agosto 1995, n. 335 e decreto legislativo 564 del 16.9.1996 (G.U. – Suppl. n. 256 del 31.10.1996). Posizioni assicurative del “FPLD”
D. Lgvo 129 giugno 1998, n. 278 Disposizioni correttive dei Decreti Legislativi 16 settembre 1996, n. 564, 24 Aprile 1997, numeri 157, 180 E 184, in materia pensionistica.
Circ. 111 del 18 maggio 1999 Decreto legislativo 29 giugno 1998, n. 278.
Modifiche in materia di prosecuzione volontaria apportate ai decreti legislativi n.  564/1996 e n.  184/1987.
 Aliquote di finanziamento da applicare per la determinazione dell’importo dei contributi volontari dovuti per l’anno 1999.
Circ. 29 del 23 febbraio 2006  Articolo 8, decreto legislativo 16 settembre 1996, n. 564 – Copertura dei periodi di non attività connessi a rapporti di lavoro prestato con contratto a part-time dei lavoratori dipendenti iscritti al FPLD vad alle altre forme pensionistiche gestite dall’Inps. Criteri di autorizzazione ai versamenti volontari.
Msg. 30054 del 10 novembre 2006  Autorizzazioni ai versamenti volontari integrativi dei periodi di lavoro a tempo parziali. Rilascia del foglio di calcolo. Istrzuzioni contabili. Variazioni al piano dei conti.
Circ. 54 del 7 marzo 2007 Contributi volontari per l'anno 2007

Contributi accreditati, senza onere a carico del lavoratore, per periodi in cui l’interessato è costretto a interrompere l’attività lavorativa per diversi motivi (gravidanza, malattia, disoccupazione). Sono utili sia per raggiungere il diritto a pensione sia per aumentare l'importo della stessa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Rapporto di lavoro a tempo parziale in cui la riduzione dell’orario è prevista in relazione all’orario giornaliero standard.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Rapporto di lavoro a tempo parziale in cui la riduzione dell’orario è prevista in relazione all’orario giornaliero standard.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Rapporto di lavoro a tempo parziale in cui la riduzione non riguarda l’orario giornaliero, ma la limitazione a determinati periodi nel corso della settimana, mese o anno.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Rapporto di lavoro a tempo parziale in cui la riduzione non riguarda l’orario giornaliero, ma la limitazione a determinati periodi nel corso della settimana, mese o anno.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Certificazione Unica dei redditi di lavoro Dipendente, pensione e assimilati

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Invalidità, Vecchiaia o Superstiti

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Pagamento mediante avviso, bollettino prestampato che indica il nominativo del debitore, l'importo da versare e la scadenza entro cui pagare.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Pagamento mediante avviso, bollettino prestampato che indica il nominativo del debitore, l'importo da versare e la scadenza entro cui pagare.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.