ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.



L'operazione Inps card


L'INPSCARD


L’Inps ha sviluppato un progetto con le Poste Italiane che consente, dal 1° giugno 2004 e senza costi aggiuntivi, il pagamento delle pensioni attraverso l’utilizzazione di una carta di accredito denominata "Inps Card" con la quale ciascun pensionato titolare può incassare, a scelta, la rata di pensione o singole quote della stessa presso ogni sportello automatico Postamat o del circuito Cirrus/Maestro.


Le Poste Italiane hanno inviato ai pensionati che non hanno superato i settantacinque anni e che riscuotono la pensione presso una delle sue filiali:

  • una "Inps Card";
  • una lettera firmata dal Direttore Generale dell’Inps in cui si illustrano le finalità dell’iniziativa e le funzionalità della card che è servita dal circuito nazionale Postamat.

L’ "Inps Card" allegata alla lettera è inattiva e l’adesione alla nuova modalità di pagamento è lasciata alla scelta del pensionato.


Per attivare l’ "Inps Card" è necessario che il pensionato, titolare della prestazione, si rechi entro sei mesi dal suo ricevimento presso l'ufficio postale pagatore della pensione.

L’attivazione sarà effettuata immediatamente e contestualmente verranno rilasciati al pensionato:

  • il documento di registrazione, con il quale potrà ritirare la pensione direttamente o tramite persona delegata anche senza "Inps Card";
  • il codice PIN che, associato alla "Inps Card", consentirà l’incasso automatizzato della pensione.

L’ "Inps Card" può essere richiesta dai pensionati di qualsiasi età alla filiale delle Poste Italiane presso cui riscuotono la prestazione.