Cure balneo termali: convenzionamento strutture

Attenzione

La seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

Cos'è

L’Istituto si avvale di strutture alberghiere per l’avviamento alle cure balneo termali degli assicurati INPS.

A chi è rivolto

Possono aderire alla convenzione:

  • le strutture alberghiero-termali costituenti unico complesso con le terme;
  • le strutture alberghiere non costituenti un unico complesso con le terme ma situate nelle vicinanze.

Come funziona

I rapporti convenzionali con le strutture sono instaurati mediante adesione al capitolato regolante i rapporti concernenti l’assistenza termale e alberghiera in favore degli assicurati dell’INPS (2016-2018) (pdf 157 KB), compilando e sottoscrivendo l’apposito modello di adesione (pdf 58 KB).

Le strutture che intendono aderire alla convenzione devono possedere i requisiti indicati al punto 1.17 del capitolato:

  • iscrizione alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura (CCIAA);
  • possesso licenza di pubblico esercizio rilasciata dal comune;
  • per l’albergo: classificazione di almeno 3 stelle;
  • per le terme: accreditamento presso le competenti ASL al livello tariffario A, ovvero B;
  • per l’albergo non costituente unico complesso con le terme, ubicazione nelle vicinanze delle terme. In caso di distanza superiore ai 300 metri (ma non oltre i mille metri), dovrà essere assicurato un servizio navetta dedicato di collegamento con le terme;
  • inesistenza di crediti dell’Istituto nei confronti dell’azienda;
  • regolarità contributiva dell’azienda, che deve sussistere per tutta la durata del contratto;
  • regolarità sotto il profilo normativo generale, soprattutto riguardo l’aspetto fiscale, l’inesistenza di eventuali preclusioni connesse alla legislazione antimafia, alle norme in materia di diritto alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro nonché al rispetto delle norme per il diritto al lavoro dei disabili;
  • conformità alla vigente normativa antincendio;
  • non essere stato accertato l’inadempimento della struttura, con conseguente interruzione del rapporto contrattuale con l’INPS, durante l’espletamento dei servizi alberghiero-termali nel triennio precedente la data di pubblicazione del capitolato.

La regolarità dei requisiti richiesti dovrà essere posseduta, a pena di esclusione dal servizio, alla data della domanda e sarà verificata annualmente dalle direzioni regionali INPS competenti.

DECORRENZA E DURATA

Il capitolato ha validità triennale e viene rinnovato con determinazione presidenziale.

Le adesioni successive al termine previsto dal pubblico avviso, dovranno essere presentate entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello in cui si intende aderire.

Le strutture convenzionate dovranno garantire un congruo numero di posti (punto 1.3 del capitolato) nei turni stabiliti dall’INPS secondo il calendario triennale (pdf 60KB).

I turni avranno la durata di due settimane, dal lunedì della prima al sabato della seconda settimana del mese (13 giorni di soggiorno completo, di cui 12 di cure).

È ammessa l’adesione parziale dei turni nel limite di 1/3 in meno (punto 1.4 del capitolato).